Magic Italy

"L'Italia ora cambia davvero verso, ma anche in Sardegna non scherziamo…"

Magic Barolo (… si tratta di Cuneo)

with 5 comments

Mentre la regione Piemonte, tramite il Centro Estero per l’Internazionalizzazione (Ceipiemonte), partecipa attivamente al Magico Tour, con “portale dedicato” che rimanda al magico sito nazionale e l’assessore regionale Alberto Cirio dichiara che

”La partecipazione a Magic Italy in Tour ci permettera’ di consolidare l’immagine e la conoscenza del nostro territorio sul mercato europeo ” 

Filippo Larganà, sul blog Sapori del Piemonte, offre un sapido e rapido assaggio della sequela di errori, imprecisioni e fesserie enogastronomiche varie che il nostro beneamato portalone propina all’ignaro turista che voglia visitare la regione.
Tipo che (vedi in scheda COSA ASSAGGIARE)

il territorio [di Torino] vanta eccellenti produzioni di vini tra cui rossi corposi come… il Barolo …


C’è solo il trascurabile dettaglio, per dire, che il disciplinare del Barolo docg reciti testualmente (art. 3):

La zona di origine delle uve atte a produrre i vini a denominazione di origine controllata e garantita «Barolo», comprendente i territori gia’ delimitati con decreto ministeriale 31 agosto 1933, pubblicato nella gazzetta ufficiale del 12 ottobre 1933, n. 238, nonche’ quelli per i quali ricorrono le condizioni di cui al secondo comma dell’articolo 1 del D.P.R. 12 luglio 1963, n. 930, include l’intero territorio dei comuni di Barolo, Castiglione Falletto, Serralunga d’Alba ed in parte il territorio dei comuni di Monforte d’Alba, Novello, La Morra, Verduno, Grinzane Cavour, Diano d’Alba, Cherasco e Roddi ricadenti nella provincia di Cuneo.

Dove poi magicamente ricompare.
Da sempre, come sempre, nella migliore tradizione.

About these ads

Written by frap1964

maggio 10, 2011 at 00:22

Pubblicato su Magic Italy

Tagged with , ,

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ho scritto a Filippo e gli ho chiesto se posso riproporlo su Tutto sbagliato … e chissà se lì lo leggono quelli dell’Enit e compagnia bella. ;-)

    luciano ardoino

    maggio 10, 2011 at 00:41

    • Persino un eno-gastro-incompetente come me, cui non piace proprio il tartufo (per l’odore), conosce la differenza in termini di sapore e pregio tra il tartufo bianco e il tartufo nero.
      Altrettanto saporito e pregiato un’emerita cippa.

      frap1964

      maggio 10, 2011 at 19:20

  2. Detto e fatto … e la descrizione sul portalone in merito al Piemonte è stata corretta.
    ;-)

    P.S.: ma neanche un grazie

    luciano ardoino

    maggio 11, 2011 at 18:18

  3. [...] ed osservazioni sui contenuti di queste schede se ne potrebbero fare davvero a bizzeffe. Stendiamo un velo pietoso. Mi limito alle tre cose più [...]

  4. […] il 9 maggio 2011 quando sul blog S@pori del Piemonte veniva pubblicato questo post,  ripreso il giorno dopo da Magic Italy e dal blog tuttosbagliatotuttodarifare. Filippo Larganà enumerava allora una bella […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: