Magic Italy

"L'Italia ora cambia davvero verso, ma anche in Sardegna non scherziamo…"

quando — dove — … ma soprattutto perché?

leave a comment »

Devo dire che faccio una certa fatica a capire il motivo per cui i turisti di lingua inglese, tedesca, francese e spagnola debbano essere indirizzati, dalla home-page del portale italia.it, alle pagine – peraltro non tradotte, titolo a parte – “Vacanze sicure” e “In viaggio con i bambini” nella sezione “Informazioni utili e FAQ“.

La pagina “Vacanze Sicure” reindirizza su due siti, in sola lingua italiana,  del nostro Ministero degli Affari Esteri; si tratta di portali espressamente dedicati ai turisti nazionali che viaggino all’estero: informazioni utili sugli altri paesi e tracking dei viaggiatori italiani per l’Unità di Crisi della Farnesina.
In poche parole: che gliene frega ai turisti stranieri di tutto ciò?

In viaggio con i bambini” permette invece di sfogliare on-line, o scaricare in formato [pdf], un libretto piacevolmente illustrato – con testo in italiano – contenente una serie di “consigli” di natura sanitaria per

Viaggiare al meglio e in sicurezza con i nostri figli.
E’ lo scopo del libretto “In viaggio con i bambini”, che contiene tutti i consigli utili per godersi le vacanze in massima serenità e in compagnia anche dei più piccoli.

Quattro capitoli, compilati da specialisti e medici, per affrontare al meglio le necessità per un viaggio senza problemi: le vaccinazioni obbligatorie per affrontare la vacanza nella maggior parte dei Paesi in via di sviluppo, la valutazione dei rischi prima di mettersi in viaggio, la lista di oggetti da mettere in valigia e le precauzioni da prendere una volta ritornati a casa .

In pratica una precisa ed implacabile disamina delle peggiori malattie che possano essere contratte in alcuni Paesi e le eventuali opportune vaccinazioni da mettere in atto: epatite A, febbre tifoide, febbre gialla, encefalite giapponese, encefalite da morso di zecca, malattia meningococcica, colera, rabbia, tubercolosi.

A seguire una dettagliata valutazione dei rischi da viaggio, con frasi altamente rassicuranti ed accuratamente selezionate per infondere appunto massima serenità:

  • Gli incidenti automobilistici sono la prima causa di morte durante i viaggi ed è quindi fondamentale…
  • I bambini sono particolarmente suscettibili alle patologie da calore ed umidità ed è quindi necessario…
  • Il soggiorno in alta quota può essere associato a problematiche clinicamente rilevanti per il bambino, quali il mal di montagna acuto, l’edema polmonare da alta quota e l’edema cerebrale da alta quota…
  • L’annegamento è la seconda causa di morte nei bambini che viaggiano. È quindi fondamentale che i bambini indossino dispositivi di sicurezza e soprattutto…
  • Molte malattie infettive (ad es. colera, epatite A ed E, giardiasi, febbre tifoide) sono trasmesse da cibo e acqua contaminati. Il bambino viaggiatore è particolarmente suscettibile a questo tipo di patologie…
  • Gli insetti possono avere un ruolo essenziale nella trasmissione di alcune malattie…
  • Gli animali non domestici tendono a evitare l’uomo, ma a volte possono attaccarlo determinando morsi o ferite, che possono essere molto dannosi e determinare la trasmissione di alcune malattie…
  • Durante le immersioni in acque marine, soprattutto in mari tropicali, è importante prestare attenzione ad alcuni animali che possono risultare pericolosi per la salute umana, in particolare gronghi, murene, piranha, foche, squali, meduse, coralli, ricci di mare, anemoni di mare, pesci ragno, scorfani.
    Durante escursioni in prossimità di fiumi ed estuari di alcuni Paesi tropicali, quali l’Australia, è necessario prendere in considerazione l’attacco da parte di coccodrilli, che popolano queste aree. …

Il meglio però arriva nelle conclusioni:

Su 100.000 viaggiatori in un Paese in via di sviluppo per mese di soggiorno, 50.000 manifestano disturbi nel corso del viaggio, 8.000 ricorrono al medico, 5.000 saranno costretti a letto, 1.100 saranno limitati nelle attività, 300 saranno ricoverati nel corso del viaggio o a casa, 50 rimpatriati per ragioni sanitarie.

Per poter trascorrere una vacanza in completa serenità è opportuno rivolgersi prima della partenza ai Centri di Medicina dei Viaggi per ottenere le adeguate informazioni.

E il libretto del “terrore” allora a che mi è servito?

Insomma dopo aver letto attentamente ed aver assodato che avrete una probabilità del 50% di accusare disturbi di vario tipo, del 5% di passare la vacanza a letto e dell’ 8% di dover andare dal medico, vi sarà passata al 99% la voglia di viaggiare dovunque o quasi nel mondo. Ma molto serenamente, però.

Va bene la prevenzione… ma caspita !!

Meno male che ai turisti stranieri non forniamo alcuna versione tradotta.
E speriamo che qualcuno non opti per il copy&paste su Google Translate.

About these ads

Written by frap1964

luglio 20, 2011 at 23:21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: