Magic Italy

"L'Italia ora cambia davvero verso, ma anche in Sardegna non scherziamo…"

italia.it: il sito di Penelope

with 9 comments

Secondo Panorama Economy  il ministro Gnudi, novello Ulisse ad Itaca-Italy, dopo la sentenza definitiva del Consiglio di Stato sulla gara da 2 milioni di euro bandita da Promuovi Italia nel maggio 2010, avrebbe tentato di far valere un vecchio contenzioso con l’INPS della seconda classificata e vincitrice del ricorso, Unicity SpA, per sancirne comunque la definitiva esclusione dal diritto di post-aggiudicazione.

A quanto pare inutilmente.


Le alternative, a questo punto, sarebbero due:

a) accantonare definitivamente il bando di gara di Promuovi Italia e ricominciare da capo, col rischio (praticamente quasi certo) di esporsi a nuovi ricorsi e contenziosi;
b) chiedere un’ “integrazione di progetto”  alla seconda classificata e vincitrice del ricorso per riposizionare il portale da una logica di mera “vetrina” ad una maggiormente orientata alla fornitura di servizi al turista; in pratica, forse, il famoso market-place fantasma di brambillesca memoria.
Non si sa ancora se, come e a quali costi e/o condizioni aggiuntive, ovviamente.

Secondo Panorama Economy la seconda ipotesi sarebbe comunque quella verso cui si starebbero orientando il ministro e Promuovi Italia, stazione appaltante originale del bando di gara.

Se così fosse il recentissimo annuncio sul sito di Promuovi Italia risulterebbe ancor più incredibile ed incomprensibile (o forse no).
Così come certi presunti contratti di consulenza da centinaia di migliaia di euro.

Ma soprattutto non si capisce secondo quale logica, dopo aver emesso un regolare bando e capitolato di gara, con aggiudicazione (vincolante secondo il punto 19.3 del bando di gara) già annullata dal TAR e dal Consiglio di Stato, si possa procedere a post-aggiudicazioni con modifiche delle originali condizioni di gara e/o di progetto senza esporsi, in questo caso sì, ai ricorsi dei restanti partecipanti al bando del maggio 2010.

FATTO

Con bando di gara pubblicato in G.U.C.E. il 18 maggio 2010, Promuovi Italia S.p.A. indiceva una procedura aperta per l’affidamento dei servizi tecnici relativi alla redazione del portale nazionale del turismo http://www.italia.it, per un importo a base d’asta pari ad € 2.030.000,00.

La ricorrente si classificava al secondo posto; e la gara veniva aggiudicata al controinteressato raggruppamento formato da Monrif Net s.r.l., Paesionline s.r.l., Zeppelin Group s.r.l., avente la prima delle indicate imprese quale capogruppo.

6. A conclusione del percorso motivazionale del quale si è in precedenza data ampia contezza, non può esimersi il Collegio dal ribadire le prese conclusioni in ordine alla fondatezza – nei limiti sopra individuati e con assorbimento dei rimanenti motivi di ricorso – dell’impugnativa principale proposta da Unicity.

A tale determinazione accede l’annullamento degli atti gravati (e, con essi, segnatamente, dell’aggiudicazione disposta in favore del raggruppamento avente quale capogruppo mandataria Monrif Net s.r.l.), al quale non potrà non fare seguito – in ragione della presentazione di una sola offerta, appunto da parte del R.T.I. Unicity, oltre quella presentata dall’aggiudicataria – l’aggiudicazione della gara in favore della ricorrente medesima.
[dalla sentenza del TAR N. 00088/2011]

Nel complesso si è assistito e si assiste tutt’ora, a dir poco basiti, ad un incredibile pastrocchione della direzione di Promuovi Italia che ha già fatto perdere sin troppo tempo e denaro: si dovrebbero piuttosto accertare e far valere le dovute responsabilità della commissione aggiudicatrice di gara; invece sembra che si voglia perseverare sulla strada dell’incompetenza tecnica e gestionale e del classico aggiustamento più o meno “all’italiana” di un inesistente originale progetto strategico del portale nazionale del turismo.

Tanti complimenti al ministro “tecnico” ed al suo staff del DSCT, il cui capo dipartimento, confermato da Gnudi in sede di spoil-system, siede pure nel CdA di Promuovi Italia, con teoriche funzioni di vigilanza: naturalmente ha avvallato, sin dalle origini, tutta la “magica” operazione di gara che va avanti da quasi due anni.

Tutto questo nel solco della migliore tradizione del progetto-disastro più famoso, ridicolo e costoso della storia del web italiano.

Il ritorno di Ulisse – ©Arianna Papini

About these ads

Written by frap1964

marzo 23, 2012 at 00:38

9 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Invece di fare un bando con eventuale riserva di non procedere ad aggiudicazione nel caso di progetti ritenuti non sufficientemente adeguati, hanno persino scritto nel bando, nero su bianco, che l’aggiudicazione è comunque vincolante per la stazione appaltante.

    Il codice degli appalti è il medesimo per tutti i paesi europei: possibile che solo da noi ci siano problemi del genere che si protraggono per anni?

    frap1964

    marzo 23, 2012 at 12:33

  2. L’ho copincollato sul mio!

    E come facevo a non farlo, eh?
    ;-)

    luciano ardoino

    marzo 24, 2012 at 19:43

    • Versione cartacea e online con qualche lieve differenza, vedo… (10q)

      frap1964

      marzo 26, 2012 at 21:42

  3. […] background-color:#222222; background-repeat : no-repeat; } magicitaly.wordpress.com – Today, 12:43 […]

  4. […] l’ordinanza n. 526 del Consiglio di Stato del 07/02/2012, Promuovi Italia, così come aveva anticipato Panorama Economy, ha dovuto necessariamente aggiudicare in via definitiva la gara per i contenuti […]

  5. […] la gara a Unicity, secondo quanto descritto nel bando (in quanto come noto non è possibile modificare i contenuti del bando perché ciò porterebbe a impugnative da parte di tutti i partecipanti alla […]

  6. […] la gara a Unicity, secondo quanto descritto nel bando (in quanto come noto non è possibile modificare i contenuti del bando perché ciò porterebbe a impugnative da parte di tutti i partecipanti alla […]

  7. […] la gara a Unicity, secondo quanto descritto nel bando (in quanto come noto non è possibile modificare i contenuti del bando perché ciò porterebbe a impugnative da parte di tutti i partecipanti alla […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: