Magic Italy

"I numeri di Italia.it sono la base di partenza di un progetto più ampio basato sulle 3 C del turismo digitale: Coopetition, Condivisione e Connessioni."

Un design sicuramente fresco e giovane…

with one comment

Con grande sprezzo del pericolo (ma anche del ridicolo) e nell’intento dichiarato di verificare personalmente la situazione “logistica” del capoluogo lombardo invaso dalla neve, il giorno 22 dicembre 2009 la ministra del turismo ha presentato, presso la Prefettura di Milano, l’iniziativa dei Buoni Vacanze.
In poche parole si tratta dell’ennesima presa in giro finanziata con due soldi e organizzata, puntualmente, all’italiana.
Tralascio qui i dettagli (che la ministra ha accuratamente evitato di illustrare)  per evidenziare solo la magica contabilità dei 5 milioni di euro di contributi miracolosamente capaci di generare un indotto di ben 170 milioni di euro; indimenticabili piuttosto gli spot fantozziani, che molto presto passeranno sulle reti televisive, in cui il turista bisognoso, novello superman, ruota vorticosamente su sé stesso per catapultarsi in rapida partenza per l’agognata vacanza che non si può permettere; ringraziando nel contempo per l’informazione ed il contributo statale.
Che naturalmente la ministra gli elargisce con largo sorrisone a trentadue denti dal portale della BVI (Buoni Vacanze Italia).

Dopo circa una mezz’oretta di sproloquio,  accuratamente letto riga-riga – come sempre del resto –  è stata la volta di una piccola parentesi e di un rapido aggiornamento sul nostro beneamato portale italia.it .

[min 29.15 – 34.30]

Piccola parentesi a proposito di siti.
Eeeeeeehhh il sito buonivacanze avete visto è online…
Il portale… il portale dell’Italia… un piccolo aggiornamento.
Allora il portale come sapete è in costante aggiornamento, nel senso che abbiamo preferito andare online nel mese di luglio, per non lasciare comunque l’indirizzo sguarn… eeh, oooh….  vuoto diciamo, senza un sito da visitare e mettendo online di volta in volta le varie modifiche e le nuove parti che vengono create. Quindi garantendo all’Italia la possibilità di avere un portale nazionale comunque online.
Oggi è andata online una nuova release che prevede una veste grafica completamente rinnovata e che fa poi dell’azzurro quello che è il proprio colore cardine e che grazie ad un design sicuramente fresco e giovane si propone di rendere il portale più accattivante.


E grazie anche ad un layout completamente ridisegnato e l’utilizzo di codici colore di facile riconoscimento vuole rendere più veloce, più snella e più facile la navigazione e la fruizione di informazioni.
Vengono poi proposti nuovi contenuti sulle regioni che descrivono il territorio sotto l’aspetto dell’attrattività turistica, ma non in modo enciclopedico, ma rispondendo a quelle che sono le esigenze del turista di oggi che non sceglie più per destinazione, ma per motivazione, cioè il cosa fare. E quindi vedrete ci sono aree tematiche su cosa vedere, così come sul cosa… cosa fare, cosa assaggiare, che sport fare e via dicendo.
Inoltre vi sono una serie di approfondimenti sulle località e le attrazioni di rilievo che verranno ovviamente nel tempo completate e costantemente aggiornate con le news e gli eventi.
Oggi è stata rilasciata anche una nuova interfaccia meteo, realizzata in collaborazione con l’aereonautica militare… circa mille comuni sono online con le previsioni, per cui anche questo è un servizio che può essere molto utile e possiamo inoltre annunciare che abbiamo avviato la fase beta del social network. Questa è stata una scelta… eeeeehhh che io ho fatto, che sicuramente risponde a quelle che sono le esigenze del navigatore di oggi. Non era pensabile per il mio fare, mettere online un portale che non avesse un social network, una community, seppur certamente complessa da gestire, però noi dobbiamo guardare avanti e non all’indietro.
Il nostro social network si chiama joinitaly, è in italiano e in inglese, perché si rivolge anche ai turisti e agli italiani all’estero, e qui in joinitaly si posson… diciamo i turisti italiani e stranieri possono trovare il modo per esprimere anche il loro legane forte con l’Italia, perché sarà possibile partecipare alla realizzazione del portale con la pubblicazione dei contenuti generati dagli utenti e contiamo molto su questo strumento attuale anche per diffondere la conoscenza delle bellezze del nostro paese nel modo più moderno e credibile per il turismo.
La prima versione che è appunto attiva da oggi prevede la possibilità di creare il proprio profilo personale, completabile con i propri gusti, le proprie ricerche, la fotogallery a cui inviare le fotografie delle località italiane; le più belle saranno pubblicate anche sul portale stesso. Concludendo poi con la top ten, cioè la classifica dei luoghi italiani preferiti, per offrire al turista indicazioni preziose su cosa non perdere nel nostro Paese.
Questo perché?
Perché oggi i turisti sono molto attenti, scelgono online, ma vogliono anche trovare uno strumento di questo genere e quindi le classifiche dei turisti, degli utenti e noi abbiamo voluto essere in linea con quelle che sono le richieste del giorno d’oggi.
Tornando ai nostri Buoni Vacanze, scusate la piccola parentesi ma ne ho approfittato per fare un aggiornamento su una vicenda per noi importante…
Anzi per concludere l’aggiornamento… eeeehhh… vi preciso per l’ennesima volta, ma [ndb. ride tra sé] vedo che tanto spesso viene dimenticato, che la versione beta del portale che è andata online non è costata neanche un euro allo Stato, è stata fatta gratuitamente da ACI,  ente pubblico non economico sotto il controllo del ministero del turismo e per tutto quello che sarà il grande portale alla fine della sua realizzazione, compresa la piattaforma di promo-commercializzazione, la spesa non supererà i 5 milioni di euro.
Ci tengo… nei tre anni ovviamente: 5 milioni di euro per i prossimi tre anni, complessivo quindi…
I 5 milioni di euro prevedono progettazione, realizzazione e mantenimento da qua a tre anni.
Ci tengo a ribadirvi le cifre perché molto spesso magari si fa confusione, soprattutto su questa vicenda dove sapete c’erano stati stanziamenti ben diversi in passato.

Sul “design sicuramente fresco e giovane” e i “contenuti non enciclopedici” basta verificare di persona e/o leggere i pochi commenti su FF in risposta alla redazione del portale.

ma chi cura la grafica di questo progetto? senza la volontà di essere polemico a tutti i costi ma è penosa. – Francesco Marconi

@Francesco… sei stato troppo buono😀😀 – Luca – GD

Ma oltre al ministro anche la redazione del portale vuole dare il suo contributo esplicativo alla release pre-natalizia.

In questa release si è lavorato sull’accessibilità, meteo e nuovi contenuti descrittivi di carattere turistico e non enciclopecido come era in passato.  Sulle Regioni abbiamo segmentato per descrizione, cosa vedere, cosa fare e cosa assaggiare. In fasi successive pubblicheremo gli approfondimenti luoghi e attrazioni, alcuni sono linkati nel testo.

Puntuale arriva il botta e risposta.

nelle notizie, sia indice che dettaglio nel momento in cui posto questo commento, mancano i testi alternativi per le immagini (non basta metterli a quelle nell’header e nel footer)… in fondo è SOLO uno dei requisiti minimi di accessibilità AAA e W3C. Per fortuna che in questa nuova release avete curato in modo particolare l’accessibilità…. – alle3

E’ vero alle3 hai ragione siamo ancora molto in arretrato sui testi alternativi, provvederemo al piu’ presto. – Redazione@italia.it

E ancora.

E’ possibile sapere se questo lavoro impegna i famosi “5 milioni di euro” oppure è ancora il “freeware” dell’ACI? (immagino comunque che il portale sia in carico all’ACI tuttora) – Claudio Cicali

In effetti la domanda di Claudio è centrale: cosa stiamo vedendo? un sito amatoriale o un sito _ufficialmente_ finanziato con milioni di Euro? – Miki Fossati

Si tratta del sito in fase di sviluppo da parte di ACI Informatica – Redazione@italia.it

Che il progetto (chiamiamolo così) stia ancora una volta procedendo nell’ improvvisazione sostanziale è cosa fin troppo evidente e sotto gli occhi di tutti.

Written by frap1964

dicembre 31, 2009 a 00:11

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] un commento » Cinque milioni di euro per un portale turistico e cinque milioni di euro di buoni vacanze (con-gelati?) per mandare in ferie oltre due milioni di italiani che, […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: