Magic Italy

"I numeri di Italia.it sono la base di partenza di un progetto più ampio basato sulle 3 C del turismo digitale: Coopetition, Condivisione e Connessioni."

Nove milioni 425mila euro sino al 2012

with 9 comments

[Post segnalato da Punto Informatico e Webnews]

Oggi la Camera dei Deputati ha pubblicato il resoconto stenografico dell’audizione di MVB del 3 marzo u.s.
Radio Radicale aveva registrato la seduta in X Commissione Attività Produttive, purtroppo con un troncamento audio iniziale durante il quale “la ministra” aveva parlato del beneamato portale italia.it (e del suo Codice del Turismo).
Ora è possibile conoscere le sue esatte parole.
Da pag. 6 del resoconto della seduta:

“Passiamo adesso alla questione del portale Italia.it, di cui hanno chiesto gli onorevoli Gava, Marchioni e Vico.
Vi confermo che lo considero uno strumento di importanza strategica, volto a favorire – come sapete – l’incontro tra domanda e offerta di prodotti turistici.
Il portale ha registrato, tra l’agosto e il dicembre del 2010, rispetto allo stesso periodo del 2009, un incremento medio del traffico del 53, 6 per cento e un aumento delle pagine lette del 45, 5 per cento.

I contenuti – come avrete modo di appurare voi stessi, visitandolo – sono in continua implementazione e periodico aggiornamento.
Ci avvaliamo anche dei contributi degli enti locali, ovvero di tutti coloro che hanno risposto alla nostra richiesta di offrire contributi. Le risorse finalizzate alla realizzazione e gestione del portale Italia.it fino al 2012 – ovvero un periodo di tre anni – in tutto ammontano a 9 milioni 425 mila euro ripartiti per tre anni, su un totale di 10 milioni di euro che abbiamo ricevuto nel 2009 dal Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, dopo la firma del protocollo d’intesa.

Desidero ricordarvi che, a sole due settimane circa, dal trasferimento delle competenze al Ministero del turismo – quindi, dalla sigla di questo protocollo d’intesa – il portale è stato messo online, quindi in un tempo veramente breve, proprio in considerazione della grande valutazione che noi attribuiamo a questo strumento.”

Qualche semplice e sintetica osservazione.


a) Questa storia delle “sole due settimane” è un’emerita bufala. Il protocollo d’intesa Brunetta-Brambilla è stato firmato il 15 gennaio 2009 (carta canta). Per arrivare alla presentazione di una prima “beta” del portale, avvenuta il 15 luglio 2009, ci sono voluti esattamente sei mesi, cioè il “tempo tecnico” necessario per trasferire i fondi tra i due dipartimenti della Presidenza del Consiglio.
Nel frattempo ACI Informatica (azienda in-house di ACI) era sicuramente già al lavoro: a fine ottobre 2009 ancora non c’era nemmeno la firma ufficiale sulla convenzione tra ACI e il DSCT di MVB.
Notare che tra i compiti istituzionali del DSCT è espressamente prevista anche la vigilanza su ACI (oltre che ENIT e CAI).


b) Si dimostra, con tutta evidenza, che l’annuncio trionfale del luglio 2009, “spenderemo solo poco più di 5 milioni di euro”, era una sonora bufala (la seconda della giornata).
In tre anni (2009-2012) si prevede invece di spendere ben 9 milioni 425 mila euro.
Dove siano finiti i 575 mila euro rimanenti per arrivare ai 10 milioni di euro tondi tondi del protocollo Brunetta-Brambilla è un bel mistero.
Senza dimenticare poi gli ulteriori 20 milioni di euro da ripartire tra le Regioni per “progetti di promozione internazionale online“, residui del budget originale del progetto “Scegli Italia”.
In risposta ad un’ interrogazione dell’onorevole Froner (PD) si era precedentemente dichiarato che le risorse effettive a disposizione ammontavano a 5.950.000 euro.


c) I presunti aumenti percentuali del traffico sul portale, senza alcun riferimento assoluto, come ha fatto anche notare il deputato Vico in audizione, non dicono praticamente nulla.

Lei ci ha fornito solo un dato, se non l’ho capito bene, sul portale Italia.
Ha detto il 45%.
I numeri assoluti sono importanti.
Il 45% di cosa?

Dello zero di prima… o di altro?
Quando invece si dà il numero in genere i portali dicono: abbiamo ricevuto tre milioni di visite; oppure dicono abbiamo ricevuto 50.000 visite.

Peccato poi che per Google Insight le cose siano “leggermente diverse“.
Comunque tranquilli: “E sapete bene come italia.it abbia un numero di click molto alti.



d) Dell’originario progetto, ovvero del market-place, del B2B, del B2C e di tutto il resto della prevista roadmap è rimasto al momento solo il silenzio di MVB. Quasi dieci milioni di euro, dopo i precedenti 10-15, per una spoglia ed antiquata vetrina ed una “community” che non si fila quasi nessuno, paiono oggettivamente un po’ troppi.


Imho.

Written by frap1964

marzo 29, 2011 a 21:07

Pubblicato su Tragic Italy

Tagged with , , , ,

9 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Caro frap,

    noi si fa il “lavoro” che invero dovrebbero fare i ben remunerati dell’ambito.
    Infatti, se a qualcuno viene in mente di risponderti…sai la fine che fa?
    Ma non credo che qualcuno ci provi.
    Il fatto è che neanche vogliono imparare, perchè se avvenisse una interrogazione parlamentare o anche quella attraverso le associazioni o l’industria con quello che hai appena scritto… se ne vedrebbero delle belle.
    Ma campa cavallo…😉

    luciano ardoino

    marzo 30, 2011 at 13:11

  2. Ah dimenticavo.

    Ottimo!🙂

    luciano ardoino

    marzo 30, 2011 at 13:12

  3. […] quasi 10 milioni sono peraltro molto di più dei 5.950.000 euro, annunciati come spesa degli ultimi tre anni in una precedente […]

  4. […] saranno diffusi già da oggi stesso sul portale Italia.it che ovviamente ha un numero di click di visite da tutto il mondo molto molto importanti.  […]

  5. […] voi stessi, visitandolo – sono in continua implementazione e periodico aggiornamento. [MVB – Audizione in X Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati – 3 marzo […]

  6. […] anche di più. Posto che l’obiettivo principale di trasformazione del progetto non è stato raggiunto, […]

    Magic Italy

    novembre 15, 2011 at 02:45

  7. […] anche di più. Posto che l’obiettivo principale di trasformazione del progetto non è stato raggiunto, […]

  8. […] loro iniziative e i programmi realizzati e pianificati, le convenzioni e i contratti in essere, le spese sostenute e le procedure di qualsiasi genere avviate, che abbiano o abbiano avuto utilità reale per […]

  9. […] nel seguito dell’audizione del 24/02/2011 in X Commissione Attività Produttive della Camera, MVB dichiara che le risorse a disposizione nel triennio 2009-2011 per la gestione del portale italia.it […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: