Magic Italy

"L'Italia ora cambia davvero verso, ma anche in Sardegna non scherziamo…"

italia.it: i nuovi spot 2012

with 14 comments

[UPDATED]

L’Italia che gli italiani non conoscono” è l’impresentabile campagna di comunicazione voluta dal ministro Piero Gnudi per tentare di dare una qualche scossa al turismo interno che, nell’estate 2012, presenta numeri con percentuali negative a due cifre.
Dal 2 al 16 agosto quattro “nuovi” spot di quindici secondi l’uno sono passati sulle reti RAI ed ora dovrebbero essere

divulgati attraverso i vari social network al fine di sensibilizzare e raggiungere una platea di destinatari dei messaggi più ampia possibile.

Gli spot sono visibili QUI, tutti corredati dell’orrido logo tricolore ad onda di italia.it .

L’artefice di questa iniziativa è l’inutile Struttura di Missione per il Rilancio dell’Immagine dell’Italia (la maiuscolite impera) incredibilmente sopravvissuta improvvisamente cancellata dalla spending review del governo Monti.

L’idea è quella di far percepire, attraverso dei dialoghi tipici del post-vacanza la meraviglia dell’Italia come meta turistica tutta da scoprire. Tutti e quattro i soggetti si aprono con un dialogo tra amici che stanno guardando delle immagini e i protagonisti rimangono affascinati da queste scambiandole per mete esotiche o lontane; alla fine rimarranno stupiti nello scoprire che in realtà le mete sono tutte italiane.

L’unico vero elemento di stupore è l’inutilità di spot così congegnati e trasmessi per giunta così tardivamente.
Ma dal sito governativo ci spiegano che

La mission del progetto nasce dalla necessità di stimolare i viaggi interni nel nostro paese, inoltre, si è rilevato che il turista sceglie la propria destinazione di viaggio 15 – 30 giorni prima di partire, e che è strategico per il rilancio del turismo italiano promuovere le destinazioni del nostro paese meno conosciute, soprattutto durante la stagione estiva.

Quindi secondo il ministro e i suoi collaboratori la stagione estiva italiana comincerebbe più o meno dopo ferragosto.
Fare peggio della rossa di Calolziocorte era davvero difficile, ma va riconosciuto che Piero Gnudi, invece, ci sta riuscendo benissimo.

Written by frap1964

agosto 18, 2012 a 22:00

Pubblicato su Magic Italy

Tagged with , ,

14 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ah questa poi m’era completamente sfuggita. Ma i quattro spot li hai visti tu?
    :-(

    luciano ardoino

    agosto 18, 2012 at 22:18

    • Ho scritto se l’avevi visti nel senso se sei riuscito ad arrivare fino in fondo
      ;-)

      luciano ardoino

      agosto 18, 2012 at 22:21

      • Quindici secondi volano via veloci: ci si fa del male, ma poco poco.

        frap1964

        agosto 18, 2012 at 22:27

    • Io non ho la TV da circa dieci anni.
      Ma tre giorni fa, a casa dei miei, ne ho visto casualmente uno; in orario serale, mi pare.

      frap1964

      agosto 18, 2012 at 22:23

  2. […] “L’Italia che gli italiani non conoscono” è l’impresentabile campagna di comunicazione voluta dal ministro Piero Gnudi per tentare di dare una qualche scossa al turismo inte…  […]

  3. […] “L’Italia che gli italiani non conoscono” è l’impresentabile campagna di comunicazione voluta dal ministro Piero Gnudi per tentare di dare una qualche scossa al turismo inte…  […]

  4. […] “L’Italia che gli italiani non conoscono” è l’impresentabile campagna di comunicazione voluta dal ministro Piero Gnudi per tentare di dare una qualche scossa al turismo inte…  […]

  5. in effetti gli spot sono proprio brutti

    blisset

    agosto 21, 2012 at 11:12

  6. […] “L’Italia che gli italiani non conoscono” è l’impresentabile campagna di comunicazione voluta dal ministro Piero Gnudi per tentare di dare una qualche scossa al turismo inte…  […]

  7. […] impresentabile, […]

  8. […] impresentabile, […]

  9. […] “La qualità è un concetto soggettivo, e in questo caso gli spot devono colpire un target preciso, diverso sicuramente da chi lavora nel turismo e da chi ama il nostro Paese.  Il messaggio è semplice e secondo me accattivante “Scopri un nuovo mondo, scopri l’Italia”. Il costo è stato risibile, 40mila euro complessivi per i 4 spot. Ma si tratta solo dell’inizio. E’ nostra intenzione continuare con una grande campagna rivolta al mercato italiano, a più target di consumatori, utilizzando tutti i canali di comunicazione possibili dalle TV ai social network.” [nota bene: non si parla di questi sopra, eh… ma di questi altri] […]

  10. […] ma anche che (prima versione) […]

  11. […] di Missione per il rilancio dell’immagine dell’Italia già vista all’opera QUI […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 25 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: