Magic Italy

"I numeri di Italia.it sono la base di partenza di un progetto più ampio basato sulle 3 C del turismo digitale: Coopetition, Condivisione e Connessioni."

OT: io però mika l’ho davvero capito, cantforget.it{aly}

with 11 comments

Tre settimane fa è squillato il telefono ed una voce conosciuta di donna, con tipico understatement  britannico, ha esordito con “Ho una proposta indecente da farti…”  e poi “… tanto lo so che mi dici di no!”.
In effetti avevo già declinato l’invito un paio di volte e pure in qualche altra occasione.
Perseveranza (la sua) e curiosità (la mia) hanno però avuto la meglio: così stavolta ho capitolato, però non subito.

Dall’altra parte dell’etere, incollata al suo iPhone in custodia arancio fluo, mente e corpo del Digital Diary Italy, c’era Mikaela Bandini (aka Mika in e-mail).

Ora fate pure una ricerca sul web e provate a scovare un solo articolo, post, video, tweet o commento nel quale non si parli con toni estremamente positivi, se non addirittura entusiastici, di cantforget.it{aly}: il solo canale YT “ufficiale” è ormai prossimo alle 500mila visualizzazioni, due premi già all’attivo, nuove edizioni in programma, ecc. ecc.
Fatto?
Ok, ora potete leggere qui.

La location era in Trentino, per l’ edizione #2 di Trentino Sport: Val di Fiemme, Monte Bondone e Paganella-Andalo.
I “nuovi” video arriveranno in autunno inoltrato, ma già da un paio di mesi ci sono quelli number #1 da vedere.
Nell’attesa c’è un piccolo dietro le quinte sul Monte Bondone che non è opera del team di CFI (e si vede).


Ho accettato di seguire il gruppo di giovani videomaker, tutti under 35 o quasi, nel loro peregrinare tra neve, seggiovie, cavalletti, cappuccini, teleobiettivi, canederli, aperitivi e carne salata con il preciso obiettivo di capire e carpire il segreto del successo del Digital Diary Italy: e credo infine di averlo afferrato.

Ho visto Michela Lazzarin e Paolo Pincelli di Trentino Marketing S.p.A fare da apripista sul territorio, col sorriso sulle labbra e la voglia di essere lì.

Ho visto John Gubertini, silenzioso tassista australian-triestino in tuta bianco-nera come le foto, scivolare sulla neve con la Canon 7d e mangiare uova sbattute giallo limone a colazione, “perché si deve… eh”.

Ho visto Whitney Warstler, del Michigan, trapiantata a Cape Town, con trecce bionde e non, arrampicarsi sulle piste innevate in cerca di uno scorcio inconsueto da catturare.

Ho visto lo spagnolo David Romero Laure e l’ho visto costantemente entusiasta: parla l’inglese quasi peggio di me, ma se guardi i suoi video capisci perché era della partita.

Ho visto Lucia Pecoraro, aka the CFI problem solver, solida veneto-friulana, aggirarsi qui e là in gioiosa rassegnazione ad ogni improvviso cambio programma.

Ho visto Timmy Henny a 2000 metri di quota, nella nebbia ed al gelo per decine e decine di minuti dietro un monumentale e pesantissimo cavalletto Manfrotto; e tutti noi, a tavola, dentro al rifugio.
E ho capito cos’è una passione.

Ho visto Matthew Brown di Seattle, con troppo sole in viso e l’animo fragile di un bimbo che corre dietro un mirino; ma per capire quanto è bravo, guardatelo qui.

Ho visto Mikaela (<3) consumare un numero abnorme di cappuccini, distrarre i bimbi ripresi, catapultarsi fuori da un bar all’inseguimento di poliziotti locali allibiti, bloccare improvvisa un trio di ignare ragazze a 2000 metri e farle ballare, contrattare paziente per le liberatorie e poi sedurre, consapevolmente algida, uno scortesissimo maìtre di sala.
L’ho vista esigente, determinata, vigile, felice di raccontarsi, in totale simbiosi con l’iPhone ed il Mac.
E completamente distrutta a fine giornata.

Non ho invece visto nulla di quanto è stato ripreso dietro le fotocamere: sarà una sorpresa anche per me.

Ma il segreto del Digital Diary Italy, che già vanta diversi [tentativi di imitazione]*, in fondo, non era poi così difficile da intuire.

* che non linko perché il confronto sarebbe impietoso…

Written by frap1964

aprile 6, 2013 a 16:48

11 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. — —- bello, molto bello l’articolo, ho letto rigo per rigo con terrore… grazie frap. le foto su fb stanno andando bene, le vedi anche tu? alcune bellissime. sei invitato quando vuoi come ‘honorary digital diarist’. mika ps mika si vede che sto dicendo ‘f%ck, f&ck, f*ck’ per mancanza di rete alla fine del video??!!

    Il giorno 06 aprile 2013 17:48, Magic Italy

    Mikaela Bandini

    aprile 6, 2013 at 17:56

    • >con terrore… eeeeeeesageraaaaaata !!

      ps: ma non era “ok, ok, ok” ??!!🙂

      frap1964

      aprile 6, 2013 at 19:31

  2. Cippa che bel racconto … con una nota stonata però … COME PUO’ ESISTERE UN MAITRE D’ SCORTESE?
    Datemelo una settimana e diventerà il Maitre D’ più affabile del mondo.
    Comunque sia, sono contento d’essere amico di voi due; due pezzi da 90 … ma che dico, anche 100.

    Ma morta la con i complimenti, neh!
    … e ciao.
    😀.

    luciano ardoino

    aprile 6, 2013 at 19:35

  3. […] OT: io però mika l’ho davvero capito, cantforget.it{aly} by Francesco Aprile […]

  4. Very cool video Francesco! I didn’t know you had writing skills and such good video skills. I really loved how you captured all those special moments (John sliding down the ski slope, Mika swearing at her computer, etc) It was such a pleasure working with everyone in our team and having you joining in. Hope to see you again soon on a digital diary somewhere in Italy.

    Timmy Henny

    aprile 9, 2013 at 15:10

    • Thanks Timmy, you are too kind.
      But i’m not a videomaker (some time ago I had a Minolta X700 not-digital reflex).
      I was there as an observer (very critical in the opinion of Mika).😉
      It was very funny for me.

      frap1964

      aprile 9, 2013 at 16:43

  5. Hai colto nel segno in maniera molto romantica. Attimi rubati delicatamente.
    Personalmente devo dire che preferisco comunicare in un altra maniera magari in bianco e nero o almeno ci provo ).
    Sinceri complimenti John.

    John Gubertini

    aprile 9, 2013 at 17:42

  6. […] che ero lì, io che li ho visti lavorare… e con che mezzi… ecco, io sono senza […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: