Magic Italy

"I numeri di Italia.it sono la base di partenza di un progetto più ampio basato sulle 3 C del turismo digitale: Coopetition, Condivisione e Connessioni."

italia.[it]: l’originale campagna su misura per te – [TDLAB strategy]

with 10 comments

In un riservatissimo documento che solo pochi “affiliati” del TDLAB hanno avuto per il momento la possibilità di leggere, nell’ambito di una scheda di approfondimento del gruppo di Promozione e Commercializzazione denominata DREAM Il sogno Italia, i nuovi strateghi del turismo digitale italiano propongono come obiettivo di

Valorizzare la campagna ENIT 2014 “Made in Italy” e il relativo portale www.italy.travel .

Ora, se c’è un esempio di campagna pensata male, realizzata, condotta e gestita ancora peggio, una vera e propria bad practice della comunicazione turistica offline ed online questa è proprio la campagna “Made in Italy” di ENIT.

Più che il sogno Italia, un vero e proprio incubo verrebbe da dire.

 

italia[.it]: l’originale campagna su misura per te – [1/3]

italia[.it]: l’originale campagna su misura per te – [2/3]

italia[.it]: l’originale campagna su misura per te – [3/3]

Written by frap1964

settembre 9, 2014 a 21:35

10 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Buongiorno Frap,

    il documento non è riservatissimo e per affiliati, ma è destinato alle persone che si sono candidate alla prima fase di “revisione” del lavoro iniziale di TDLAB. Il percorso era aperto a tutti, nessuno è stato escluso.

    Il tutto è stato condiviso pubblicamente e la tabella di marcia per ora è rispettata.

    http://tdlab.beniculturali.it/piano-strategico-digitale-per-turismo-insieme-tdlab/

    Prevediamo di rendere pubblico tutto il lavoro a partire dal 26 settembre, quando questa prima proposta verrà rivista grazie al contributo di chi vorrà partecipare. Ci sarà poi una seconda fase di confronto pubblico, in rete, senza incontri fisici, anche per ovviare alle evidenti problematiche di mobilità.

    In quest’ottica, questa segnalazione che mette in dubbio l’opportunità di proseguire sulla campagna “Made in Italy” verrà presa in seria considerazione.

    sergio cagol

    settembre 11, 2014 at 09:57

  2. Riporto testualmente:

    Cari tutti, ci siamo!
    Vi inviamo la bozza di scheda del… (ecc. ecc.)
    Vi ricordiamo che è materiale riservato che abbiamo deciso di condividere con chi ha seguito dal primo momento i lavori del Laboratorio e che subirà naturalmente delle variazioni dopo i momenti di confronto.

    Sabatini Coletti
    Affiliato [af-fi-lià-to] agg., s.
    agg. Iscritto, collegato

    Il fatto che il percorso iniziale fosse aperto a tutti e che nessuno sia stato escluso, anche senza voler entrare nel merito della scelta dei tempi (29 lug. – 31 ago.), dice abbastanza sulla serietà della cosa, imho.
    Cioè, se mi fossi iscritto, per assurdo, con un fake palesemente a capocchione, sarei entrato nel circuito dei primi revisori, altrimenti no?

    Siamo seri, dai… ma davvero non avete fatto nessun tipo di selezione o controllo nel merito?

    En passant ricordo che TDLAB è un organismo pubblico, istituito con tanto di decreto ministeriale, eh.

    Poi se vuole discutiamo sull’efficacia probabile di una riunione di tre ore in cui decine di persone discutono delle proposte di revisione di uno o più documenti senza averne potute esaminare in precedenza le modifiche/integrazioni.
    Faccio il conto dei minuti medi a disposizione di ciascuno per articolare le cose o ve lo fate da soli?

    Infine “l’evento” di 40 ore continuate in due giorni… ma che roba sarebbe, un web-brainstorming 2.0 ?
    Ma un normalissimo forum aperto per 30-60 gg. era troppo 1.0 ?

    Lo dico con estrema franchezza: secondo me più che di un confronto serio sul merito delle cose siete in cerca di una pseudo legittimazione dal basso di quel che volete fare davvero.
    Altrimenti non avreste agito in questo modo qui.

    frap1964

    settembre 11, 2014 at 11:06

    • Se mi trova una persona che è stata esclusa, le do ragione. ma così non è (e non può essere).

      E la richiesta di riservatezza era principalmente legata al fatto che il materiale attuale NON è un documento ufficiale, ma un elaborato in attesa di revisione, e si voleva che venissero limitati eventuali “invii alla stampa o altro”. Ma era evidente che sarebbe stato pubblicato (per esempio qui), nessuno si è sorpreso e/o scandalizzato. Anzi, come potrà vedere, siamo dispostissimi ad “accettare il dialogo” anche derogando in parte rispetto alle modalità concordate.

      Sulle modalità di condivisione, ce ne potranno essere di alternative, quello che per noi conta è che è un percorso aperto, condiviso e partecipato. Poi in Italia siamo tutti allenatori di calcio, quindi ben venga che ognuno abbia diritto a dire la propria, su qualunque tematica si senta preparato.

      sergio cagol

      settembre 11, 2014 at 13:12

      • A parte il fatto che per avere certezza del fatto che nessuno è stato escluso bisognerebbe avere l’elenco delle richieste e quello degli iscritti e non mi risulta sia stato nemmeno pubblicato il secondo e francamente non si capisce neanche bene il perché, atteso che le attività del TDLAB sarebbero in teoria pubbliche…

        per limitare eventuali “invii alla stampa o altro” (ma altro decché ???!!!) avreste pensato di aprire una sottoscrizione aperta a chiunque (quindi anche a eventuali giornalisti, o no?) senza escludere nessuno, ma solo d’agosto, e però era evidente che il tutto poi sarebbe diventato pubblico… (ma dove sarebbero i vari documenti, scusi?) e però possiamo derogare… e “accettare il dialogo” (ah beh… allora grazie).

        Cagol, io faccio un po’ fatica a seguirla, eh..
        Non era meglio pubblicare i documenti sul sito del TDLAB e stop?
        Come percorso aperto, condiviso e partecipato a me pare leggermente tortuosetto.

        Io comunque il calcio non lo seguo e francamente mi interessa zero, ma questa è un’altra storia.

        frap1964

        settembre 11, 2014 at 13:48

        • Le polemiche a prescindere non mi interessano.
          Come già mi è capitato su questo blog, non commenterò ulteriormente su questo thread, tutto quello che avevo da dire lo ho detto.

          Noto peraltro che l’unica cosa degna di rilevanza che ho scritto, e cioè:

          “In quest’ottica, questa segnalazione che mette in dubbio l’opportunità di proseguire sulla campagna “Made in Italy” verrà presa in seria considerazione.”

          non è stata minimamente presa in considerazione.

          sergio cagol

          settembre 11, 2014 at 14:51

          • Liberissimo, Lei, di fare autocritica sulle cose che scrive, ovviamente.
            Più che lieto, io, di sapere che sulla campagna Made in Italy, al TDLAB, si faranno opportune riflessioni.

            frap1964

            settembre 11, 2014 at 15:05

  3. […] PA (enti di diritto pubblico compresi) e visti anche i precedenti storici (sia di Promuovitalia che di ENIT), c’è il rischio, o forse la matematica certezza, che il portale italia.it rimanga […]

  4. […] (cagolcommento_666_128.jpg) […]

  5. […] a conferma del fatto che il percorso “aperto, condiviso e partecipato” dal basso, rivendicato da alcuni componenti del TDLAB è, nella realtà, una bufala solenne e che il prossimo evento in […]

  6. […] un post precedente si era posta attenzione sul fatto che in una scheda di approfondimento del gruppo di Promozione e […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: