Magic Italy

"I numeri di Italia.it sono la base di partenza di un progetto più ampio basato sulle 3 C del turismo digitale: Coopetition, Condivisione e Connessioni."

OT(B): Bath4Money 5.0 0_0

with 9 comments

[UPDATE – 15/05/2016 con ulteriori dati su BTO]

Mancano poco più di sei mesi all’evento degli eventi del turismo italiano online, la famosa Phocuswright conference “de’ noantri”  aka BTO, che quella europea di Dublino si è appena conclusa e quella USA di Los Angeles si terrà a novembre, circa quindici giorni prima di quella toscana.

Le menti educational, disruptive e commercial della kermesse fiorentina hanno già iniziato il brainstorming e stanno partorendo molte idee innovative: che l’edizione 2016, manco a dirlo, dovrà essere la più bella di sempre.

In una centrale e curiosa osteria genovese, tra capponi di magro e ricette del ‘500, pare si sia discusso a lungo di come coinvolgere i brand, mentre il vino biodinamico scorreva a fiumi.
O forse si è esagerato solo col… brandy.

I beneinformati sostengono che i contributi pubblici per la convention toscana comincino a scarseggiare: oddio… ma che stiano diventando magri anche quelli?
.

<.BTOEduMagri


In effetti il piano delle attività di Fondazione Sistema Toscana (FST, vedi qui a pagg. 44 e 90) per il 2015 prevedeva un budget regionale di 138.000 € ed extra entrate presunte per ulteriori 430.000 €, per un totale risorse a disposizione di tutto l’ambaradan di almeno 568.000 €, di cui 80.000 € coperti da contributo della CCIAA di Firenze.
L’attività contrattualistica stimata per il 2015 da FST ed espressamente dedicata a BTO ammonta complessivamente a 423.400 € tra cui si legge:

RendicontoBTO_DS

Ma FST, per decisione regionale, in teoria non si dovrebbe più occupare di turismo; infatti dal 2016 è Toscana Promozione Turistica (TPT) ad avere BTO nel suo piano annuale delle attività (vedi qui a pag. 38), pur essendo da tempo il finanziatore del “soggetto attuatore” del convegno, insieme a PromoFirenze, azienda speciale della CCIAA fiorentina.

Naturalmente sarà ancora BTO Edu, associazione (in teoria) senza scopo di lucro,  a curare la parte “scientifica”, artistica e l’engagement nel 2016.

La convenzione sottoscritta da TPT per l’edizione 2016 di BTO prevede l’acquisizione di servizi per “soli”  80.000 € (+ IVA); è poi assicurata una rinnovata compartecipazione della CCIAA di Firenze per 80.000 €.
Negli anni 2015, 2014 e 2013 TPT aveva sempre acquistato servizi da Firenze Fiera per un importo di 100.000 € (+IVA), tra cui locazione spazi per stand, maxischermo, ecc. ecc.

Il testo dell’accordo per l’edizione 2015 tra FST e PromoFirenze, l’azienda speciale delegata dalla CCIAA di Firenze ad occuparsi di BTO, conferma le cifre; l’accordo prevedeva infatti, fra  le altre cose, che:

AccordoBTO

C\C DEDICATO AL PROGETTO BTO: IT23H0103002800000007238773

Analoghi accordi erano stati stesi nel 2014, 2013 e 2012, con identici importi.
Per quel che si legge nei resoconti delle attività sin qui pubblicati il bilancio di BTO sarebbe sempre stato storicamente in attivo.

Nel 2015 si contarono 5990 badge emessi e le presenze attese nei due giorni sarebbero dovute ammontare ad 8.000 (le stesse del 2014) per oltre 1500 visitatori paganti, secondo i risultati attesi di FST.

RisultatAttesiBTO

Insomma, per farla breve, pare che nel 2016 bisognerà per forza darci sotto con sponsor e biglietti per far quadrare i conti “a modino”: mancano infatti 20.000 € all’appello; oppure, forse, ridimensionarsi un po’.

ArrivederciBTO
Ed ecco così comparire sul magico sito di BTO, anche se un poco in sordina, la prima grande novità del 2016:
il Partnership Book.
Che, molto più prosaicamente, sarebbe il listino prezzi approntato per gli sponsor.
Ma Partnership Book, va riconosciuto, suona molto più cool and professional.
L’offerta di “servizi” prevista è ampia e dettagliata, articolata su livelli Standard, Bronze, Silver e Gold…
ma niente Platinum, peccato.
Il tutto a suon di svariate migliaia di euro, in cambio della promessa di far comparire, in molte forme e in ogni dove, il proprio marchio di fabbrica o logo; o disporre di uno stand.

O anche solo per tenere una product presentation “scientifica”, ma con “spiccata base formativa” di 50 minuti: nel 2015 le presentazioni di prodotto furono 25 + 15 = 40.
I panel dichiarati “scientific” 28 + 32 = 60 (Scleromarketing compreso… sic!).
-“
PartnerAreaScientifica
 –
E poi si arriva alla proposta TOP, la più esosa nella specifica sezione “Partnership Prodotto”.
Di quale “prodotto” si parla?
PartnerAreaProdotto
Cosa sia “il gioco degli specchi” è abbastanza facile immaginarlo.
Ma è l’idea del brand pee-pee & poop a suon di selfie la vera meraviglia, il colpo di genio che spacca.
Che vogliano proporre all’ignaro visitatore un autoscatto con brand, prima di sedersi sulla tazza, e l’immediato invio del “ritratto” sui social più quotati del momento in nome dello #sharingpissing ?
PartnershipBath
Eh… e chi può dirlo…😀
Dal blog, intanto, ci permettiamo di suggerire una “spinta” ulteriore alla sponsorship con un accessorio facilmente installabile, dal design veramente glamour & modern
PartnershipPaper
Che il bisognino brandizzato rappresenti la nuova frontiera del turismo italiano online 3.0?
Potrebbe anche essere… e allora:
MIND THE PEE-PEE and #shareyourstory
MindThePeePee


P.S. “…per gli amici che vanno e ritornano indietro e hanno perduto l’anima e le ali…”,
ma soprattutto il buon senso, se mai ce l’hanno avuto…😉

Written by frap1964

maggio 14, 2016 a 14:09

Pubblicato su Magic Italy

Tagged with , , ,

9 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Chi per quattro quattrinelli superior crede sé stesso
    si vedrà simile a tutti quando deve andare al cesso.

    lucianoardoino

    maggio 14, 2016 at 14:32

    • Quando ho letto della genialata mi sono veramente scompisciato e non riuscivo più a smettere, in nessun modo; poi son dovuto pure correre in bagno nel timore di farmela sotto dalle risate.😉
      Questa trovata qui surclassa di gran lunga l’indimenticato ed indimenicabile spot dantesco del 2012 ed il portalino governativo in beta sulle campagne turistiche nazionali.
      Su Periscope e Facebook, in diretta streaming dai bagni di BTO 2016, trasmetteranno video e… audio !!
      Ah, ah ah…😀

      frap1964

      maggio 14, 2016 at 14:49

    • Cessati i contributi… si compensa coi cessi.
      E’ la fantasia italiana che tutto il mondo ci invidia.
      Io installerei anche diffusori musicali per coprire un po’ i rumori “molesti”.
      E a sorpresa, ogni tanto, manderei il jingle di BTO seguito da un annuncio commercial.
      Purché abbia una spiccata base formativa.😀

      frap1964

      maggio 14, 2016 at 15:41

  2. Mah!
    Ma vuoi vedere che quel brand lì, sì quello lì, come picchio si chiama, sì il brand pee-pee & poop, beh; gli spazi li compra tutti il Mibact?
    Eh già, se uno fa due più due… metti in fila alcuni nominativi che dalla Toscana sono andati a Roma e poi…
    😉

    lucianoardoino

    maggio 14, 2016 at 18:44

    • Il logo del ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo sulle porte e sugli specchi dei cessi della Fortezza da Basso di Firenze cancellerebbe in un colpo solo la debacle #verybello.
      Non credo possano arrivare a tanto sulla reputation offline, tenuto conto che su quella online vantano esperti riconosciuti.
      Ma non porrei alcun limite all’umana provvidenza e/o deficienza.🙂

      frap1964

      maggio 14, 2016 at 19:14

  3. Certo, magari proprio il logo no! Ma un aiutino governativo… da parte di Franceschini è ipotizzabile visto che ne dà in quantità.🙂

    lucianoardoino

    maggio 15, 2016 at 05:52

    • Un aiutino da 20.000 € da parte di F.T. del Mibact?
      Potrebbe anche essere… ma in cambio sarebbe sicuramente d’obbligo una nuova comparsata di Franceschi-ello, dopo quella con intervista in ginocchio del 2014 e presa per il c..o del TDLAB.

      frap1964

      maggio 15, 2016 at 23:39

  4. […] … perché ho altri bisogni*.  […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: